Chi siamo


Il “Coordinamento Palermo Ciclabile – Fiab” nasce spontaneamente sotto il cielo terso di una domenica di ottobre 2004 da una improvvisata iniziativa di alcuni ciclisti urbani di Palermo, decisi ad intraprendere un percorso comune con l’intento di sviluppare la mobilità ciclistica in ambito urbano. L’idea: una lettera, controfirmata da un congruo numero di ciclisti in via Libertà durante una delle domeniche di chiusura al traffico della stessa, da inviare al Sindaco ed agli Assessori Comunali per chiedere interventi a favore della mobilita’ ciclistica.

In breve tempo comincia ad instaurarsi un rapporto con le istituzioni cittadine finalizzato a smuovere la stagnazione di progetti di piste ciclabili mai eseguiti.

Il 30 aprile 2005 l’iniziativa del Coordinamento Palermo Ciclabile si concretizza nella realizzazione del “Forum Palermo Ciclabile” al quale partecipano attivamente Palermo in Bicicletta, WWF, Legambiente, Cittadini per la Salute, FAI, CAI, Italia Nostra, Salvare Palermo, Rete di Lilliput e UISP.

Il Forum Palermo Ciclabile recepisce la principale richiesta del Coordinamento Palermo Ciclabile che è quella di chiedere al Comune di costituire a Palermo l’ Ufficio Biciclette , ritenuto punto di partenza essenziale per lo sviluppo della mobilità ciclistica ma, punti fermi sono, anche la lotta all’inquinamento urbano e la salvaguardia del Parco della Favorita. Grazie alle pressioni esercitate dalle associazioni del Forum nel mese di settembre 2005 l’amministrazione comunale presenta tre progetti di piste ciclabili di cui due sono approvati e finanziati dalla Regione.
Dal 19 ottobre 2005 il Coordinamento Palermo Ciclabile fa parte del Forum Civico Permanente di Agenda 21, luogo di confronto e dialogo tra i diversi soggetti locali sulle principali tematiche legate allo sviluppo sostenibile.

Occorre informare la cittadinanza sulle reali condizioni della qualità dell’aria in città per incentivarla ad un minore uso dell’automobile ed indirizzarla verso forme alternative ed eco – sostenibili di trasporto individuale e collettivo. Come Coordinamento Palermo Ciclabile crediamo che la migliore vivibilità della città passa anche attraverso un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici, l’uso della bicicletta e di mezzi non inquinanti ma occorrono percorsi dedicati per dare velocità ai primi e sicurezza agli altri; noi solleciteremo costantemente l’amministrazione comunale in tal senso per renderla più sensibile ai problemi ambientali a maggiore tutela della salute dei cittadini.

Leggi il nostro statuto